Il magico mondo di Repubblica e del PD

Nemmeno ventiquattro ore fa avevamo parlato della tristezza etico-culturale della nostra informazione, ed eccoci nuovamente costretti ad analizzare un triste fallimento trasformatosi magicamente in un grande evento mediatico.

Ed ecco Repubblica titolare: PD, 70,000 alla manifestazione a Roma.
Al contrario degli individui, che percepiscono e vedono attraverso i loro organi di percezione in base alla loro consapevolezza, i media invece trasmettono emozioni scegliendo deliberatamente dei punti di vista incui costringono l’osservatore ad incanalarsi verso una narrazione predefinita a tavolino ben prima dell’evento stesso. Per fortuna o purtroppo, come diceva il grande Gaber, nonostante l’impegno e le abilità degli operatori questa volta la bufala è stata troppo grande perchè qualcuno ci credesse per un solo minuto.

Punti di vista dicevamo insomma, la prima foto è quella pubblicata da Democratica.com (il sito del PD) mentre quella affianco è stata scattata poco prima dell’inizio della manifestazione. La cosa più divertente è che basta accedere alla telecamera fissa di piazza del popolo per avere istantanee di tutta la giornata le quali parlano da sole.

Web Cam piazza del Popolo Roma

Sinceramente analizzare queste mere manipolazioni è come parlare della convenzione sull’ampliamento dell’inceneritore di Spilimbergo, son quelle cose senza ne capo ne coda, come sparare sulla croce rossa in tempi di guerra, ma daltronde qualcuno deve pur farlo.

Concludiamo in bellezza con l’unica gaffe fatta nella diretta di youtube sul canale del Partito Democratico, quei pochi secondi incui possiamo vedere poche centinaia di persone fronte palco che non arrivano neanche all’obelisco della piazza, dietro di loro il vuoto, il nulla cosmico, il nulla di un informazione preconfezionata, grottesca e tendenziosa, il nulla dei nostri ex governanti, il nulla di un opposizione fasulla, antiproducente, fine a se stessa.

Comunque visto il grande successo di questa manifestazione contro il governo, come prossimo appuntamento consigliamo al PD di optare per soluzioni più consone ad un così grande afflusso di persone, il Santiago Bernabèu ad esempio può ospitare 80.000 persone comodamente sedute.

Alfredo Parisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *